sesso in ovile con tre pastori

sesso in ovile con tre pastori
Il lunedì di pasquetta mi ha contatta , tramite mail , un amico con il quale ho più volte ho avuto rapporti sessuali .
L’amico si chiama Antioco , è un pastore e vive in una bella casetta prefabbrica in legno con tutti i confort .

Il martdedì mi sono fatta viva , sempre tramite mail , mi ha risposto che potevo chiamarlo al cellulare .
Cosi ho fatto .

Dopo i saluti mi ha proposto di passare una serata con lui , non solo con lui ma ci potevano essere anche sui amici .
Ho detto che sarei potuta andare il mercoledì sera in quanto mia moglie rimaneva dalla sorella , altrimenti sarei potuta andare la prossima settimana .

Ci siamo accordati per mercoledì sera , Antioco mi ha detta che prima si faceva una cena , si beveva birra e vino e , un po’ brilli , si iniziava a fare sesso .
Le altre volte che ci sono andata mi ha fatto sempre ubriacare , anche lui era ubriaco , il sesso fatto senza inibizioni dovute al l’alcool mi eccita molto .
Lo avevo conosciuto circa un anno fa , aveva risposto a un mio annuncio , Antioco aveva 45 anni , e il primo incontro ha soddisfatto tutte le mie aspettative , aveva un bel cazzo e durava molto prima di avere l’orgasmo .

Antioco mi ha detto che potevo andare nel pomeriggio , dopo le 17 , ora nella quale finiva di mungere le pecore , poi avrebbe fatto una doccia e mi avrebbe aspettata .

Essendo sola in casa mi sono preparata .

L’ovile di Antioco è all’interno della litoranea per Villasimius per cui come esco da casa prendo subito strade di campagna e non ho problemi ad essere travesta e truccata .

Ho avuto una particolare attenzione al makeup , come prima cosa mi sono rasata la barba poi fondo tinta e correttore , ho dedicato tempo a truccare gli occhi , ombretto nelle palpebre e mascara nelle ciglia , una volta finito il makeup ho smaltato l e unghie delle mani , con un colore rosso accesso .

Ero nuda mentre facevo il makeup quindi , ho passato il rasoio attorno al buco del culo e sulle tette e sono passata a indossare intimo .

Mutandine e reggiseno di un verde smeraldo , autoreggenti nere e reggicalze anch’esso nero , un vestitino molto corto blu notte abbottonato sul davanti , i soliti anelli e braccialetti e una collana di finte perle ,

Mi sono fermata davanti uno specchio , anche se dimostravo tutti i mie anni – 65 – ero soddisfatta del mio aspetto .

Ho indossato una parrucca con capelli mossi e lunghi ero veramente sexy .

Non ho indossato scarpe con tacco 15 , le avrei indossate a casa di Antioco , non riesco a guidare con scarpe con tacchi .

In circa mezz’ora ero all’ovile di Antioco , l’ultimo tratto di strada è più adatto a un fuoristrada che a una vettura .

Il cancello era aperto e ho proseguito nella azienda di Antioco , dopo qualche centinaio di metri ero davanti la casetta in legno .
La casetta in legno ha un unico ambiente , esiste un piccolo bagno ,separato , con una doccia , tazza bidè e lavandino .

Ho indossato le scarpe con tacco 15 e sono scesa dalla macchina , la porta era aperta e sono entrata .

Il mio amico stava guardando la televisione , si è alzato dal divano e mi ha baciata sulle labbra , poi mi ha fatto fare alcuni giri e palpandomi il culo ha detto che era una figa .

Subito ha aperto due bottiglie di birra da 2/3 ….iniziava la festa .

Ci siamo seduti sul divano , le sue mani continuavano ad accarezzare le mie cosce , si soffermano a lungo dove finivano le autoreggenti e inizia la nuda pelle .
Antioco aveva indossato una tuta , ho infilato la mano nei pantaloni , non aveva i boxer e subito ho trovato il cazzo .
Con il palmo della mano l’ho strusciato delicatamente e il mio amico aveva infilato , non so quante dita , nel mio culo .

Abbiamo giocato per diversi minuti , poi finito la birra Antioco si è alzato , ha aperto due altre bottiglie di birra , sempre da 2/3 , e ha messo allo spiedo un agnello .
Mi sono alzata anch’io e ho detto se potevo fare qualcosa , mi ha detto che se volevo potevo apparecchiare la tavola , non sapeva se veniva anche il figlio – per me è stata una sorpresa sapere che poteva far sesso con me coinvolgendo il figlio – comunque mi ha detto di apparecchiare per 4/5 persone .

Altre volte ero stata da Antioco e sapevo dove cercare .

Mentre ero inchinata a togliere i piatti ho sentito la mano del mio amico palparmi il culo , aveva i pantaloni abbassati e come mi sono alzata , mi ha infilato il cazzo tra le cosce . Mi ha girato la testa e mi ha baciato in bocca .
Un lungo bacio , mi mordeva la lingua e le labbra .
Aveva acceso il fuoco e messo lo spiedo davanti ad esso .
Mi ha tirato verso il divano si è tolto i pantaloni mi ha fatto inginocchiare tra le sue gambe e ho iniziato a giocare con il suo cazzo .

Leccavo tutto il cazzo , leccavo i coglioni ma non lo prendevo in bocca .
Era eccitato , lo ero anch’io .

Non ci siamo accorti che qualcuno aveva aveva aperto la porta , io continuavo a leccare il cazzo .

Ripresi dall’eccitazione io e Antioco ci siamo accorti che era entrato il figlio , il suo ……” ciao papà “…..non dava dubbi .

Mi ha presentata al figlio dicendo …..”questa è Laura “….
Il figlio mi ha preso la mano ha detto il suo nome , Marco , e mi ha dato una pacca sul culo poi ha detto ……” questa sera ci divertiremo ” …..

Non mi sentivo imbarazzata , se Antioco aveva invitato a cena anche il figlio voleva dire che facevano spesso sesso con puttane o traveste .
Antioco si era sollevato i pantaloni , è andato verso il frigo e questa volta ha preso tre birre .

Marco si è seduto nel divano mentre Antioco seguiva la cottura dell’agnello allo spiedo , anche il figlio aveva una felpa e mi ha invitato a sedermi accanto a lui .
Le sue intenzioni era molto chiare , si è abbassato i pantaloni della felpa insieme ai boxer e mi ha spinto la testa sul cazzo .

Il cazzo di Marco era relativamente corto ma aveva una dimensione superiore a quella del padre .
Era già a cazzo dritto e senza complimenti mi ha stretto le guance per farmi aprire la bocca dove subito ha infilato il cazzo .
Contrariamente al padre Marco era depilato .
Ho fatto un mezzo pompino , mi ha fermato lui .

Sollevando la testa la stessa mi girava , effetto delle tre birre bevute e sul tavolo c’erano diversi bottiglioni di vino . Sarei finita ubriaca .

Abbiamo iniziato la cena quando è arrivato un altro pastore , Marco mi ha presentato Efisio che mi ha baciato sulle guance e mi ha fatto i complimenti .

Di solito quando giro enfemme indosso grandi occhiali da sole , in questa occasione essendo al chiuso avevo un bel makeup , il mascara allungava le mie ciglie e l’ombretto faceva risaltare i mie occhi , i complimenti di Efisio mi hanno fatto piacere .

Nella casa di legno il fuoco acceso aveva creato un bel calore , senza pensarci mi sono sbottonata 3/4 bottoni del vestitino , il appreggiseno verde smeraldo faceva contrasto con il vestito blu notte , Marco , che sedeva alla mia destra , ha allungato la mano e l’ha infilata sotto il reggiseno per poi dire ……” belle tette che hai Laura “……
Essendo una serata particolare avevo fatto nel primo pomeriggio delle inizioni di soluzione fisiologica per dare volume alle mie tette .

Antioco , Marco ed Efisio , ma anche io , abbiamo bevuto molto durante la cena .

Il vino aveva reso tutti allegri e a me dava un notevovole stordimento .

Il primo ad alzarsi da tavolo è stato Marco , che ha preso il mio braccio per farmi alzare , poi ha sbottonato i bottoni del vestitino e passando le sue mani sulle mie spalle lo ha fatto cadere a terra .

Ero rimasta solo con l’intimo , oltre alle autoreggenti , reggicalze le scarpe .
I tre uomini si sono messi nudi . Non so chi mi ha chiesto di tenere l’intimo addosso , era frastornata dal vino .

Il primo a prendere l’iniziativa è stato il loro amico Efisio , mi ha messo a pecorina , ha sputato sul suo cazzo e me lo ha infilato in culo . Anche Efisio aveva un grande cazzo , dopo un paio di spinte era entrato tutto .
Antioco e Marco alternavano i loro cazzi nella mia bocca , era la prima volta che facevo pompino a padre e figlio . La cosa mi eccitava .
Tutti avevamo bevuto , la condizione di ubriachi ritardava i loro orgasmi , anche il mio , io era a cazzo moscio ma provavo piacere a succhiare cazzi ed essere inculata .

Era rimasto solo Marco a tenere il cazzo nella mia bocca , Antioco era attorno al tavolo e stava preparando altri bicchieri di vino , mi si è avvicina e mi ha dato un bicchiere , dicendo che era malvasia , ho lasciato il cazzo di Marco e ho bevuto in pochi sorsi il bicchiere …. Non era malvasia ma piscio .
Io non mi ero accorta che Antioco aveva pisciato nel bicchiere , lo aveva visto solo Efisio che mi stava inculando . Anche il figlio non si era accorto di nulla .

Altre volte , dopo avermi sborrato in bocca , e fatto ingoio , Antioco provava piacere a pisciarmi in bocca , la cosa faceva piacere anche a me .

I tre uomini si sono messi a ridere , mi hanno portato fuori dalla casa e tutti e tre hanno pisciato nella mia bocca , la maggior parte delle pisciate è finita sul mio viso .
Mascara e ombretto hanno creato una maschera sul volto .

Dopo qualche sorso ho vomitato . Piscio e vino non legano .

Avevo mutandine e reggiseno bagnati dal piscio , mi sono messa nuda , uno dei tre mi ha infilato il cazzo in culo , avevo gli occhi chiusi dal bruciore delle pisciate , forse era Antioco , mentre Efisio mi ha messo il cazzo il bocca , ho capito che era lui dal sapore della cacca sul suo cazzo . Era l’unico che aveva abusato del mio culo .

Eravamo ancora fuori dalla casa , il cazzo di Antioco entrava e usciva dal mio culo , ogni volta che entrava era sempre piu duro , Marco ed Efisio alternavano il loro cazzi nella mia bocca , a volte infilavano le due cappelle contemporaneamente , io ero eccitata e succhiavo entrambe le cappelle , ci passavo attorno la lingua mentre , sempre a pecorina , il padre di Marco continuava a incularmi .

Ho sentito le pulsazioni del cazzo di Antioco nel culo , pensavo che mi avrebbe sborrato dentro , all’improvviso ha tolto il cazzo dal culo e ha allontano gli altri due ai quali facevo il pompino , mi ha fatto aprire la bocca e masturbandosi , con il cazzo davanti alla bocca mi ha sborrato sulla lingua e sulle labbra , altri schizzi hanno colpito la mia faccia .
Era una sborrata veramente eccezionale , per quantità e durata , le ultime gocce della sborrata le ha lasciate sulle mie guance .
Ho giocato brevemente con la sborrata in bocca , sono riuscita a farci bolle di sperma , poi per l’insistenza di Marco ed Efisio , che volevano pompino , ho dovuto fare ingoio .
Ma molto presto avrei assaggiato altra sborra calda e densa .

Mi hanno riportato in casa , dopo che avevo nuovamente vomitato , sentivo nella bocca il sapore e odore delle pisciate , Antiaco mi sculacciava , era talmente ubriaca che non sentivo dolore . Le mani di Antioco erano veramente grandi e molto callose , a ogni schiaffo sulle mie chiappe sembrava che portassero via lembi di pelle .

Antiaco , nudo , si è messo nel divano e continuava a masturbasi lentamente , Marco ed Efisio avevano deciso deciso di mettere i loro cazzi contemporaneamente nel mio culo .

Da alcuni anni sto allargato il mio buco del culo , con oggetti di tutti i tipi , cazzi tanto enormi non li ho mai trovati . Sono arrivata a prendere oggetti in culo tra i 19/20 centimentri di circonferenza , e voglio andare oltre .

La proposta dei due amici non poteva che farmi piacere .

Dopo varie acrobazie per trovare il modo di come prendere due cazzi in culo Marco ed Efisio si sono sdraiati sulla schiena , avevano incrociato le loro gambe in modo da avere cazzo contro cazzo .
Mi sono seduta sopra i due cazzi , avevo le gambe allargate e le loro gambe erano all’interno delle mie , toccavo con le mani i loro cazzi ….ahimé erano mosci , colpa delle bevute , ma con qualche succhiata e leccata all cappelle hanno ripreso vigore .
Antiaco istigava , anche lui ubriaco , il figlio di spaccarmi il culo .

Ora che i due amici avevano cazzo dritto ho afferato i due cazzi e mi sono nuovamente seduta su loro , muovendomi con le mani e il culo sono riuscita a fare entrare una cappella , forse quella di Efisio , i cazzi che in precenda avevo succhiato erano pieni della mia saliva quindi ben lubrificati .
Ho faticato non poco a fare entrare l’altra cappella ma dopo varie acrobazie ci sono riuscita .
Non avevo mai avuto due cazzi in culo contemporaneamente , la dilatazione del mio buco del culo stava dando i suoi frutti .

Non potevo muovermi molto , comunque lentamente , molto lentamente , aiutata dalle mie dita che infilavano un cazzo alla volta nel culo alla fine avevo due mezzi cazzi in culo .

Contraevo il buco del culo per massaggiare i due cazzi e contemporaneamente stringevo le chiappe per non farli uscire dal mio buco .
Ogni tanto una cappella usciva dal culo ma con la tecnica di spingerla nuovamente dentro con le dita ottenevo buoni risultati .
La posizione era difficile da mantere e uno dei due cazzi ha sborrato in culo , ammosciandosi dopo la sborrata ha lasciato maggiore spazio all’altro cazzo ,
Il cazzo che si stava ammosciando faceva uscire lo sperma dal mio culo , lubrificando il cazzo che avevo ancora turgido in culo .
Forse la sborrata era di Efisio , che poco dopo si è divincolato e alzato , mettendomi il suo cazzo in faccia , era pieno di sperma denso che ho iniziate a raccogliere con la lingua , leccando tutto il cazzo e succhiando la cappella .
Avevo ancora il cazzo di Marco in culo , mentre Efisio mi sbatteva il suo cazzo sulla faccia , ero piena di sperma , lungo il collo e sopra le tette , per non dire che la faccia dopo le pisciate era diventata un maschera , lo sperma si era fuso con mascara ombretto e fondo tinta , il rossetto lo avevo lasciato succhiando i tre cazzi .

Marco continuava a incularmi , sempre istigato dal padre che continuava a masturbarsi e dirmi che ero una puttana .

Il figlio di Antioco , Marco , aveva un cazzo intorno ai 18/19 centimentri ma molto grosso tanto da riempire tutto il mio buco , volevo avere un orgasmo anale .
Continuavo a stringere le chiappe e contrarre l’ano cercavo in tutti mi modi di fare avere l’orgasmo a Marco .
Dopo una decina di minuti ci sono riuscita , sentivo il cazzo pulsare nel mio culo , la cappella era bollente e trasmetteva il suo calore nel mio culo , mentre il cazzo iniziava a sborrare ho avuto un orgasmo , sperma misto a piscio ha inondato il pavimento , Marco continuava a riempire il mio culo di sperma mentre il padre mi diceva di leccare il pavimento .

Marco rilassato ha tenuto ancora il cazzo nel mio,culo , mi spingeva sulla schiera per leccare il pavimento , in fondo era il mio sperma e piscio , mi sono piegata per allungare le gambe verso Marco e tenere ancora il suo cazzo in culo , lui era seduto e le mie gambe circondavano i suoi fianchi , alla fine sono riuscita a leccare il pavimento .

Marco era appagato , senza premura ha fatto uscire il suo cazzo dal mio culo , mi ha fatto girare , voleva che come fatto con Efisio leccassi e succhiassi anche il suo cazzo pieno di sperma .

Aravamo tutti ubriachi , io avevo vomitato due o tre volte ,

Avevo ancora indosso il reggicalze e le autoreggenti , la parrucca era bagnata dalle pisciate , mutandine e reggiseno le avevo tolte dopo le pisciate , mi sono tolta tutto e sono rimasta nuda , volevo fare una doccia nel piccolo , ma comodo , bagno .
Lo sperma si era asciugato nella faccia e mi tirava la pelle , le sborrate in culo avevano creato piccoli rivoli che uscivano dal mio culo e scendevano lungo le gambe , ho raccolto con le dita lo sperma lungo le gambe e ridendo davanti a Marco , Antioco ed Efisio ubriachi dormivano sul divano , ho succhiato,le mie dita .

Sono,andata verso il bagno scuolettando e Marco mi ha seguita .

Sotto,la doccia mi ha fatto inginocchiare , credo di aver fatto il pompino piu porco della mia vita , non avevamo ancora aperto l’acqua ho leccato il suo culo infilando la lingua dentro il buco , ho,succhiato cazzo e coglioni ho massaggiato il perineo con le dita , tutto mentre la mia saliva scendeva dalla bocca bagnando collo e tette , poi mi sono girata verso Marco ho di nuovo offerto il culo .
Il suo cazzo aveva ripreso vigore , si è abbassato e mi ha leccato il culo lasciando un velo di saliva , poi ha afferrato il suo cazzo e lo ha appoggiato al centro del mio culo , io ero appoggiata con le mani alla parete tenevo le gambe allargate e il culo in fuori , il suo cazzo non ha avuto difficolta a penetrarmi dopo qualche colpo in profondità il cazzo era tutto nel mio culo . Ho avuto nuovamente un orgasmo . Ho messo la mano davanti al mio cazzo per raccogliere lo sperma e immediatamente l’ho leccata .
Anche Marco aveva raggiunto l’orgasmo , ho fatto uscire il suo cazzo dal mio culo e mi sono accucciata per ricevere la sborrata in bocca .
Come con il padre ho tenuto lo sperma a lungo in bocca , lo facevo uscire dalla bocca e quando capivo che stava scendendo troppo lo risucchiavo in bocca , l’ho spalmato sulle labbra e l’ho recuperato con la lingua , quando avevo la bocca piena di sperma e saliva ho fatto un unico ingoio , poi ho baciato Marco in bocca .

Lui era stato sorpreso dal mio gesto , ma dopo un attimo di esitazione le nostre lingue si sono cercate avidamente .

Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak. Gerekli alanlar * ile işaretlenmişlerdir