La giornata di pesca

Anal

La giornata di pesca
Questa mia esperienza è capitata circa 2 anni fa.
Fra tutti i miei hobby sono un appassionato di pesca sopratutto in estate e spesso nel tempo libero per e scappare dalla calura estiva prendo su canne e l’attrezzatura da pesca e vado al fiume o in qualche laghetto a buttare l’amo .

Ricordo quel pomeriggio di luglio , faceva molto caldo e decisi di passare un pomeriggio al fiume , in un posto a qualche decina di chilometri da casa mia .

Arrivato sul luogo posteggiai l’auto in fondo ad una stradina di campagna e mi avviai a piedi verso il punto di pesca dove di solito vado , inoltrandomi per circa 500 metri ,facendomi largo fra viottoli e le canne lungo l’argine del fiume , per arrivare alla solita piazzola che da sull’acqua .

Arrivato alla piazzola , mi sono subito adoperato a sfilare le canne e buttare l’amo in acqua con l’ auspicio di prendere anche un grosso pesce .

Mentre ero indaffarato , notai un pes**tore alla vicina piazzola, a 10 metri dalla mia , un po nascosto dalla vegetazione che mi stava osservando insistentemente , era un ultra 60enne , alto , panciuto con un cappellino in testa dove si vedevano i tanti capelli bianchi , era un tipo che avevo visto altre volte li nella zona a pescare ma non lo conoscevo , io indifferente continuai a sistemare le mie canne e a sistemare la poltrona per sedermi .

Quando di nuovo incrocio lo sguardo con l’uomo , pensavo che mi volesse chiedere della giornata di pesca , invece mi fece cenno di guardare verso il basso.

Con sorpresa il mio sguardo cadde sul suo cazzo , un bellissimo grosso uccello in bella mostra già a un buon livello di tiraggio.

Ad un primo momento di imbarazzo , non sapendo come reagire , cercavo di distogliere lo sguardo a quella visione offerta , ma purtroppo alla mia indole di frocio lo sguardo tornava sempre a fissare quel cazzo , che da quanto notai era anche di dimensioni considerevoli , sentii salire dentro di me una grande eccitazione della troia che e’ in me .

Il vecchio porco , vedendo che continuavo a girarmi verso di lui , fece cenno con la mano come per invitarmi di andare li da lui .

Ebbi ancora un attimo di esitazione , non capivo ancora cosa voleva il tipo , poteva essere un segaiolo , un maniaco o un burlone !
Poi in quella zona a volte andavo anche con amici che non sapevano della mia indole di frocio e temevo di essere visto o magari di essere preso in giro !

Che fare?

L’indole della troia che e’ in me ebbe la prevalenza , se volevo sapere cosa voleva dovevo andarci , un respiro profondo e mi diressi verso quell’uomo , sperando che nessuno non mi vedesse ,

Arrivato nella sua piazzola attraverso la vegetazione , il porco era ancora li ,ora con il cazzo in mano che si masturbava , e senza tanti complimenti mi chiese “Ti piace?”.

Con un filo di voce risposi : “Si”
E di contro la richiesta fu : “Allora succhiamelo”…

Cazzo !!? Mi salto’ il cuore in gola dalla piacevole sorpresa , era proprio quello che speravo che succedesse .
Non mi feci pregare una seconda volta , mi inginocchiai davanti a lui , presi quel bel cazzo in mano che incominciai a leccarlo e a succhiare con avidità .

Ero in estasi , e pensando che ero venuto a pescare , di certo un pesce l’avevo preso , e l’ avevo gia in bocca e lo stavo pompando come una laida puttana .
Al vecchio porco gli leccavo le palle , e mi infilavo nuovamente il cazzo tutto in gola sino a togliermi il respiro e farmi venire i conati di vomito , e mentre succhiavo con quell’aria di sottomissione che si trova a essere in quella posizione , guardavo in faccia quel porco , e provavo soddisfazione vedere nella sua sua faccia che godeva e mi insultava .
Prese con le mani la mia testa e mi spinse con forza il cazzo in gola , muovendosi come mi stesse scopando, mi stava portando in estasi a quel punto di non ritorno che conoscendomi poi perdo ogni sorta di inibizione .
Infatti il porco se ne era accorto , e stava approfittando del mio stato .

Dopo piu’ di 15 minuti che lo stavo spompinando , il vecchio porco mi diede un nuovo ordine:
“Spogliati troia !”.

Obbedii e mi tolsi maglietta e calzoncini restando praticamente nudo solo in scarpe da ginnastica e il cappellino con la visiera girata dietro .
Continuando a succhiare con passione quel cazzo, sottomesso a quel vecchio maschio che mi guardava soddisfatto e continuava a insultarmi dicendo :
“Frocio leccami le palle”,
“fra poco ti riempirò’ la gola di sborra ,ti piace troia ”
“devi ingoiare tutto troia schifosa altrimenti ti prendo a ceffoni !

In quella situazione il porco noto’ ancora meglio che ero tutto depilato e indossavo solo un cookring che indosso spesso , il tutto come deve fare un vero schiavo troia , situazione che diede piu certezze della mia indole di frocia .

Ormai non capivo più niente, anche per i piccanti commenti e umiliazioni che il porco mi faceva , che a rotazione erano :
Puttana, troia, cagna, sborratoio, faccia da zoccola, culone sfondato, capezzoli da vacca, cornuto , frocio rottoinculo , bocca da ingoio,…” ecc ecc .

Mentre ero concentrato a succhiare quel grosso cazzo ,sentii che allungava il braccio per tastarmi il mio grosso culo cercando il buco del culo e infilarci due grosse dita , ed io continuavo a succhiare stando ad ascoltare tutti gli apprezzamenti e gli insulti del mio grosso culo da troia .

Continuando a succhiare , sentii che si sputò sulla mano che mi stava ravanando il culo e cominciò violarmi il buco del culo , prima con un dito , poi due dita fino a quattro dita , e spingeva , sentii che le stava infilando tutte .
Le muoveva tutte assieme facendosi largo nella fenditura , e con sua grande soddisfazione si rese conto che avevo un buco del culo spannato e tutto dilatato , come quello di una vacca , e mentre succhiavo sentii la sua voce che diceva :

” lurida troia , oltre ad essere un grandissimo lurido frocio , hai anche il buco del culo figa talmente sfondato che potresti prendere un cazzo di un cavallo , lo immaginavo che eri un frocio , ma tu sei una troia sfonda da far schifo ” !!

Mi apostrofo’ cosi , perche poi mi spiegò , che mi aveva notato altre volte nella zona di pesca , ed era stato colpito delle mie forme da troione , i cicci come me gli erano sempre piaciuti, e mi trovavo li a succhiargli il cazzo , perche’ secondo lui non poteva sbagliare che io fossi un frocio da cazzo , in quanto quando mi osservava mentre ero nella mia piazzola in attesa che abboccassero i pesci , prendevo il sole mezzo nudo mettendo in mostra le mie tette e mentre mi piegavo anche il mio bel culone bianco e noto’ pure che leggevo giornaletti porno gay , che lui ritrovava quando io me ne andavo ,io li lasciavo li per non portarmeli a casa e per il piacere di qualcuno che li gradiva .

Per tutte le sue considerazioni , quel giorno mi trovavo nudo a succhiare quel cazzo e una mano rozza che mi stava ravanando il buco del culo , situazione meravigliosa per una scrofa come me non potevo cercare di meglio ,.

Quando smise di tastarmi il buco , mi fece alzare , mi mise a pecora prendendomi per i fianchi e sentii che mi punto’ la grossa cappella davanti al buco del culo gia umido e dilatato e con un colpo deciso mi ficco tutto il cazzo dentro al buco del culo, stavo impalato , era fantastico , mi sentivo una vera femminuccia sottomessa di quel vecchio porco che mi faceva mugolare .
Mi sentivo veramente appagata soddisfare il vecchio porco che grugniva e mi continuava ad insultare .

Iniziò a pomparmi il culo , prima piano poi sempre con più foga mi stava inculando stupendamente ,
sentivo colpi decisi alternati a colpi più lenti , e sentivo le sue palle che mi sbattevano sul culo ,e mentre mi pompava le sue mani mi strizzavano forte anche i capezzoli quasi a farmi male , godevo come una troia , stavamo in piedi ed io piegato a pecora impalato dal quel grosso cazzo ,cercavo di appoggiarmi a delle canne per non cadere , mentre il porco continuava a pomparmi con foga , sferrando colpi incredibili e continuando ad insultarmi , era un godimento fantastico . mi stava facendo mugolare come una grandissima vacca.

Poi dopo altri 20minuti che mi inculava , senza togliermi il cazzo dal culo ,sentii che prese da una borsa dei guanti medici (che probabilmente aveva per non sporcarsi le mani con i pesci ) e una s**tola di crema di vasellina ( che usava per lubrificare i mulinelli ) , mi tolse il cazzo dal culo , e mi fece allargare le gambe, con impensata delicatezza incomincio a infilarmi prima le dita facendole roteare e spingendole attorno al mio buco del culo e dopo qualche minuto spingendo con forza la mano me la fece entrare tutta dentro al culo , lanciai un urlo di male misto piacere .

Ero in estasi , stavo ragliando e mugolando senza ritegno , e il porco senza interessarsi delle mie proteste , roteava quella mano , la toglieva e poi la rimetteva dentro al buco del culo spingendo e roteando la mano affusolata , mi sentivo venir a meno , e sempre con più foga spingeva e toglieva la mano , fino a che sentii ancora piu dolore , mi stava penetrando a pugno chiuso , sentivo il dolore delle gnocche della mano che passarono lo sfintere , da quel momento non capii piu nulla ,continuando a ragliare e a mugolare come una vacca alla monta , mentre la mano continuava a spalancarmi il culo inesorabilmente .

Stavo impazzendo dall’eccitazione e dallo sfondamento continuo , senza volerlo sborrai e incominciai a pisciare senza ritegno come una cagna , mi sentivo una gran vacca da far schifo , proprio come piace a me .
Quel porco sapeva proprio come gestire e usare troie come me , ce l’aveva nel sangue !!

Dopo mezzora , di quel delizioso supplizio , capendo che ero sfinito , colpa anche la posizione in piedi , le gambe incominciavano a cedere , levo’ il pugno dal culo dolorante e spalancato , mi fece girare e mi spinse ancora in ginocchio , per posizionarsi il cazzo davanti alla mia bocca , e mi rimise il cazzo ancora in bocca, per scoparmi ancora in gola .

Continuando a insultandomi in tutti i modi e tendomi la testa con le mani , che la spingeva sul suo cazzo per infilarmelo piu che poteva , pompavo quel cazzo mentre mi teneva costantemente la cappella in gola , e mi arrivavano continui conati , che per poco non vomitavo dagli sforzi , sentii il porco che spingendo tutta la cappella in gola concluse con una copiosa sborrata che mi riversò direttamente in gola ed io obbligantemente dovetti ingoiare tutta , sentivo il liquido caldo che entrava nello stomaco ed io deglutivo forzatamente se non volevo soffocare .

Mi ordino di continuare a succhiare , anche se vedevo che dopo la sborrata stava perdendo l’erezione , da brava troia obbedii e continuai a succhiare e a ripulire quel cazzo bazzotto , era un piacere e un sollievo per me , perché avevo la gola sfondata da prima , in ogni caso il porco mi continuava ad incitare :
” succhia pompinaro ”
” dai succhia bocca da ingoio , sei solo un cesso”

Dopo qualche minuto che ero li nudo e attaccato al qual cazzo a ciucciarlo , sentii del liquido caldo , il porco mi stava pisciando in bocca , e diceva :
“continua a succhiare troia , altrimenti ti prendi una sberla ”
” bevi che sei solo un cesso !!”
” bevi troia !”

Obbedendo cercai di non staccarmi dal cazzo e dovetti trangugiare il piscio di quel vecchio porco , ne bevvi tanto , quello che non riuscivo a bere mi usciva dalla bocca e mi colava sulle tette e sul corpo , il porco aveva la vescica piena e non cercava di meglio che scaricarmi litri di piscio nella mia bocca , quando ebbe finito di pisciare , mi disse :

sei proprio una gran vacca , non avevo mai trovato una troia completa come te ,brava !

Terminato il tutto si rialzò i pantaloni e senza dire nulla se ancora un
“Brava la troia !”
si ricompose , e mi confido’ ancora che una troia come me non l’aveva mai avuta per le mani , ed ora che mi aveva trovata , mi invito’ ad andare a pesca con lui altre volte .
Non potei che essere fiero di averlo accontentato e di rivederlo , con un compagno di pesca cosi si pescava sempre !!

Scambiammo il numero di cellulare e poi se ne andò lasciandomi il buco del culo aperto come quello di una vacca e il sapore della sua piscia e sborra in bocca .

Mi rivestii anche io e cercai di ripulirmi alla meglio per tornare a casa .

Dopo quella avventura, incontro ancora il pes**tore e andiamo a pesca sopratutto nella buona stagione , mi lancia un messaggio quando va a pesca ci troviamo o nella solita piazzola o da altre parti più lontano che conosce lui , e dove qualche volta ha portato anche un suo amico appassionato di pesca e di troie come me che ha voluto farmi conoscere .

Quando ritorno a casa dalle battute di pesca che organizza l’amico pes**tore , sono sempre distrutto e sazio ,con il culo e la pancia piena di sborra e piscio , e con un buco del culo cosi slabbrato che rimane aperto per giorni come quello di una vacca partoriente .

Autore reale pompeoff
https://tinyurl.com/yy6bqvux

Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak. Gerekli alanlar * ile işaretlenmişlerdir